Grida dall’ Antropocene

Perché la vita è qualcosa di semplice e lo capisco solo ora. Il mistero non sta che nella provenienza e nella sua preservazione. Il suo scorrere può essere tumultuoso ma la causa di ciò non é che da ricercarsi nello spasimo di un’irrefrenabile esigenza d’immortalità. Alcuni di noi sentono pulsare al loro interno una forza viva, alcuni di noi cadono in preda alla disperazione, bruciano dell’ardore della loro stessa passione senza riuscire a domarne le fiamme. Quest’epoca, forse come mai nessuna prima, ha cercato di combattere le nostre diversità ed i nostri talenti, ha cercato di spegnere i nostri fuochi privandoci dell’ossigeno, non soltanto in senso metaforico. Gli affaristi, da questo momento chiamerò così i politici contemporanei per allontanarmi dal concetto platonico di politikós, attraverso i mass media e la non-educazione hanno intorpidito la nostra mente, hanno trasformato il nostro cuore in un semplice muscolo e la nostra pancia in una ingorda otre da colmare. Vasi canopi. Fragili contenitori di organi sormontati da minerali crani antropomorfi. Reperti archeologici ancor prima della nostra scomparsa.Esseri senza ali per volare, senza zampe buone a saltare, senza pinne e branchie per sfrecciare nei mari; sarà forse per vendetta che siamo così distruttivi verso noi stessi e verso il pianeta che temporaneamente ci ospita? Frustrati dalla nostra non affermazione viviamo come nell’attesa della fine dell’ Antropocene, seduti ai margini di un grande falò nell’osservazione dello scoppiettio delle ultime braci, disgustati da quello che abbiamo fatto, rassegnati di fronte all’aridità che abbiamo disseminato, rimaniamo inermi, sollevati unicamente dall’idea di una fine.
Ecco l’esistenza umana, ecco la storia di una vita.
Lontani dalla grazia rinascimentale, lontani dal bagliore della Belle Epoque ci crogioliamo, giorno dopo giorno nella nostra disperazione intossicati dai fumi velenosi e dalle parole di uomini abbietti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...